Vi siete mai chiesti se esistano regole più o meno scritte per presentarsi in modo ineccepibile ad un colloquio di lavoro?

Beh, pare proprio di sì… e nonostante i nostri genitori ci abbiano sempre consigliato in materia, ci sono delle variazioni al tema.

La regola generale è quella di prestare sicuramente attenzione ai dettagli; qualunque sia il look adottato, è bene che sia pulito, stirato e senza difetti, come bottoni cadenti e fili pendenti.

Detto questo, il migliore accorgimento è quello di studiare un outfit in linea con il contesto lavorativo che si spera poter ottenere grazie ad un colloquio perfetto.

E’ ovvio che non ci dobbiamo sentire sdoganati ad un look da casual friday se sosterremo il colloquio di venerdì e nell’azienda sappiamo essere in uso questa legge: significherebbe dimostrare un po’ troppa baldanza e sicurezza in noi stessi. Un po’ come se, ospiti in casa di qualcuno, ci permettessimo di sdraiarci sul divano perché ci sentiamo a nostro agio.

colori-al-colloquio-di-lavoro

Un altro dettaglio valido soprattutto per chi si presenta ad un colloquio presso un’azienda fashion: sarebbe carino indossare un capo dell’azienda interessata, anche se non deve essere troppo ostentato. Se chi ci esaminerà avrà occhio, capirà la finezza.

Sicuramente è importante fare attenzione a non presentarsi invece con un capo smaccatamente di un competitor: come dire… ci stiamo segando le gambe da soli!!

Sarebbe buona regola anche fare attenzione ai gioielli: non devono essere troppo appariscenti, ma non è nemmeno giusto toglierseli del tutto per poi presentarsi il primo giorno di lavoro agghindati come alberi di Natale.

Questo anche per quanto riguarda barba, capelli, baffi: sarebbe meglio presentarsi in ordine, ma senza cambiare troppo le apparenze. E questo vale anche se si è più o meno tatuati: possono nel caso essere leggermente visibili, che so, dal polso della camicia o dal primo bottone della stessa lasciato aperto… evitiamo di metterli troppo in vista, ma allo stesso tempo scordiamoci di volerli nascondere per farne poi sfoggio appena metteremo piede in azienda!

Scarpe: inutile dire che devono essere quantomeno pulite e integre. Va da sé che, ovviamente, non ci deve minimamente sfiorare l’idea di presentarci con un sandalo da spiaggia o con una sneaker di tela. Outfit per outfit ci sono decine di modelli di calzature adattabili al look perfetto senza scadere nell’ovvio e nella mala-moda!

Spero di esservi stata utile. Ad ognuno le proprie conclusioni. E se mai questo articolo vi fosse di aiuto, fateci sapere se siete stati assunti!!!

Enjoy your fashion!

Penny Loafer