Domenica 28 giugno a Worthy Farm, nel Somerset inglese, si è concluso uno dei più importanti festival musicali del mondo, quello di Glastonbury.

Cinque giorni di concerti e performance, 135 mila biglietti per il pubblico esauriti da mesi e uno stuolo di musicisti e band tra i più cool a livello internazionale.

Ad alternarsi sotto i riflettori mostri sacri del rock come Patty Smith, gli Who e grandi band contemporanee, dai Libertines ai Florence + the Machine e Foo Fighters, passando per Burt Bacharach, Pharrell Williams, il rapper Kanye West e i Chemical Brothers.

Se quest’anno uno degli interventi più curiosi e acclamati è stato quello del Dalai Lama, come di consueto non è mancata la presenza di numerose star e vip che si sono scatenati in mezzo al pubblico festante tra tende, birra e tanto fango.

Sì, perché Glastonbury non è solo un evento musicale, ma un appuntamento di tendenza molto fashion, un vero punto di riferimento per chi è a caccia di nuovi trend.

Se nelle passate edizioni è sempre stata Kate Moss a essere osannata come madrina e rappresentante di uno stile made in Glastonbury, la sua assenza quest’anno ha ceduto il passo ad altre famose trend setter del momento.

cara-delevingne
Sono le sorelle Poppy e Cara Delevingne e la modella Alexa Chung a rubare lo scettro di reginette del music festival più glamour dell’anno. Ma soprattutto le loro scelte nell’universo fashion.

Poppy delevingne glastonbury

cara delevingne

FRANGE – Lunghissime, in suede, cotone, rettile, total black o multicolor. Via libera a un classico senza tempo che ben interpreta un tema country chic come quello di Glastonbury. Applicate al poncho tricot, come nelle collezioni PE 2015 di Etro ed Emilio Pucci, oppure declinate sulle borse in suede come per l’Alpha bag di Pierre Hardy.

  • emilio pucci poncho
  • Etro frange poncho
  • Etro frange
  • florence welch frange

HOT PANTS – Spregiudicati, a volte irrispettosi, ma perfetti per l’atmosfera hippy di un concerto. Orli cortissimi per i tessuti più differenti dal denim alla pelle. Grintosi, ruggenti e molto dark quelli di Saint Laurent, da indossare rigorosamente con una sciarpa leggerissima al collo.

  • alexa chung denim
  • DSquared
  • saint laurent hot pants
  • Saint Laurent Ready To Wear

BOOTS: Necessari per sopravvivere alle sfrenate danze in mezzo al fango e sotto la pioggia. Gettonatissimi gli Hunter, da scegliere nella versione più alta o quella sopra il polpaccio.

LUREX: Riflessi metallici per gonne e mini dress (come quello indossato da Alexa Chung). Ispirazione glamour rock per i capi in pelle laminata in silver e gold come nella collezione di Tom Ford. Per un perfetto revival delle atmosfere dello Studio 54 di New York.

  • alexa chung glastonbury silver
  • alexa chung lurex abito
  • alexa chung lurex
  • tom ford lurex 01

SUNGLASSES – Ideali non solo per ripararsi dai raggi del sol leone, ma perfetti per mimetizzarsi tra la folla in delirio e darsi alla fuga. Design classico e montatura anni ’70 per gli intramontabili Aviator di Rayban.

RayBanAviator