Oggi passiamo a qualcosa di più frivolo riguardo il tema matrimonio; non si può sempre stare a parlare di ansie, stress e impegni.

Nel look di una sposa, oltre ovviamente al vestito che fa da protagonista, anche accessori e acconciatura hanno un peso enorme: possono enfatizzarne ancora di più la bellezza facendola risplendere, oppure rendere il tutto un baraccone da circo uccidendo l’eleganza che una sposa deve, e sottolineo deve, avere.

Quindi attente ad accessori e capelli!

Per quanto riguarda i primi, una corrente di pensiero sostiene che la sposa non debba indossarne nessuno eccetto l’anello di fidanzamento (eventuale).

Dal mio punto di vista la regola è “pochi ma buoni”, e soprattutto puntare su un accessorio principale.

Ad esempio, se avete i capelli raccolti del tutto o parzialmente, potete scegliere dei pendenti piccoli o massimo medi, che diano luce al volto, abbinandoli ad un semplice punto luce al collo o ancora meglio nulla.

Oscar de la Renta ne ha inseriti alcuni bellissimi nella sua collezione bridal 2014.

Orecchini-Oscar-de-la-Renta

Se invece avete i capelli sciolti, optate per orecchini a lobo e potete osare un pochino di più sul girocollo, che potrebbe avere qualche pietra un po’ più grande e sbarluccicante, ma che deve essere il più naturale possibile.

I braccialetti devono essere pochi: due o tre se sono sottili, stile tennis per capirci. Uno solo se è più largo.

Tutto ciò deve chiaramente essere abbinato all’eventuale velo che sceglierete, che potrà essere estremamente semplice, ricamato o in pizzo con disegni particolari.

In quest’ultimo caso non vi serve molto altro per completare il look.

Lo stesso discorso vale per il diadema. Se scegliete di portarlo, tutto quello che aggiungete rischierà di rendere il vostro look eccessivo e volgare.

Per quanto riguarda l’acconciatura due sono i criteri da tenere presente.

Innanzitutto nel giorno del vostro matrimonio dovrete essere il più fedeli possibili a voi stesse. Pertanto, se siete, come me, tendenzialmente delle selvagge che portano sempre i capelli sciolti, non ha alcun senso fare raccolti elaborati o chignon per quel giorno. Vi sentirete snaturate. Meglio un mezzo raccolto o al massimo una treccia laterale.

Il secondo criterio è l’abbinamento con l’abito.

A seconda dello scollo dell’abito, infatti, la vostra acconciatura vi farà risaltare o vi penalizzerà. Il mio consiglio è quello di fare una foto con indosso l’abito che porterete alla vostra parrucchiera, con cui poi potrete scegliere l’acconciatura che fa più al caso vostro.

In generale ci sono comunque delle regole abbastanza fisse, riassunte in questa bellissima infografica dal sito matrimonio.it.

infografica-acconciaturescollature